< Sommario

L'ANGOLO TECNICO

Home page >>

PROPOSTA DEL CONNA

RADIOSTREET IN ONDE MEDIE

In questa pagina rispondendo ai moltissimi che hanno contattato il CONNA chiedendo consigli come  attivare una mini stazione radio, esponiamo la soluzione pi¨ percorribile per poter consentire a tutti i piccoli soggetti legati al territorio desiderosi, alla stregua delle "street tv",  di dare tramite la radio il loro contributo alla pluralitÓ di informazione, un diritto lo ricordiamo ancora sancito dalla sentenza n. 202 del 1976 della Corte Costituzionale, di fatto reso impossibile dalla attuale vessatoria e clientelare legislazione del settore radiotelevisivo. 
Data la situazione caotica della banda FM dove Ŕ impensabile attivare nuovi impianti anche di piccolissima potenza, si Ŕ pensato alla "quasi pensionata" banda OM, con impianti di 3 W (0.5 W se volete restare sotto il limite legale in cui l'apparato viene considerato microspia) ad una distanza minima tra loro di 5 Km tutti sui 1503 Khz. Su questa frequenza, non utilizzata dalla RAI ne' da emittenti estere con programmi in lingua italiana, si darebbe quindi la possibilitÓ di attivare nuove radio soprattutto per le piccole comunitÓ, non arrecando disturbo alcuno a terzi sia per la debole potenza irradiata e sia per le caratteristiche intrinseche della banda AM che a basse potenze si propaga solo per onda di terra rapidamente assorbita. Inoltre l'utilizzo di frequenze Ŕ davvero minimale (una unica in tutta Italia) e il parco ricevitori immenso. 
Un'attivazione (sarebbe la prima volta nella storia del settore) razionale ed ordinata senza creare disturbi a terzi, qualora il Ministero delle Comunicazioni volesse con sollecitudine regolarizzare queste trasmissioni, che il CONNA si appresta a chiedere in allegato al progetto Telestreet giÓ supportato da un buon numero di Parlamentari. Si rispetterebbe finalmente quanto sancito dalla Corte Costituzionale, inoltre si potrebbero convogliare in questo spazio anche piccole radio comunitarie attualmente in banda FM con il segnale interferito (molte sono del tutto inascoltabili anche se concessionarie), migliorando di fatto la loro ricezione e risolvendo parte dei problemi interferenziali dell'FM 
Procurarsi gli apparati di trasmissione non Ŕ proprio facile, il mercato broadcast offre trasmettitori ed antenne di potenze e dimensioni del tutto inadatte allo scopo, comunque alcune note ditte vendono anche separatamente modulatori AM professionali di bassa potenza. 
Negli USA dove le stazioni AM per piccole comunitÓ sono da tempo una realtÓ si trovano sul mercato tx AM di bassa potenza e costruzione professionale a prezzi molto accessibili, mentre il mercato italiano offre 2 kits che potrebbero essere un immediato punto di partenza (meglio se un po' amplificati). Buona cosa sarebbe l'aiuto di un amico radioamatore solitamente molto esperti su queste frequenze, e per chi volesse cimentarsi nell'autocostruzione alleghiamo un semplice circuito.

Links  utili (antenne, AM stereo, AM digitale, ecc.)

http://www.radiostudiox.it/stpage-1.html 
http://www.vcomp.co.uk/gizmo/amtx.htm 
http://www.ramseyelectronics.com/cgi-bin/commerce.exe?preadd=action&key=AM25 
 

 

Schemi

Per maggiori informazioni potete interpellare il CONNA:

Tel. 06.35348796
E-Mail: conna@conna.it 
 

Per  particolari  tecnici: tec@nuoveantenne.it